- - - - -

 

Abbattimento dei Platani gravemente malati

Ma sì, era quel piccolo Platano nato per caso tra i miei vasi di Gerani e quello della Portulaca.......
La sorta dei suoi genitori era segnata ( letteralmente, come dal segno ! ) 
Beh proprio quell’anno e mai nei 50 anni precedenti, un piccolo nasceva nei miei vasi da fiori, quasi che i platani di viale Bagnoli, condannati a morte, volessero lasciare un erede, un testimone...

 

Purtroppo il seme caduto a casaccio, fece nascere il piccolo proprio al bordo del vaso e le sue condizioni fisiche non erano delle migliori ; lo dissi alla sua mamma adottiva, la sig.ra Simona Sentieri che, insieme a papà Ugo Viappiani si erano battuti più di altri, per evitare il taglio degli alberi.......
Consultarono il maggiore esperto che abbiamo, il sig. Giordano Simonelli della ROSATEA e mi dissero che in quel momento, non era assolutamente il caso di trapiantarlo altrove !.......
(.....ma io che lo vedevo morire piano piano decisi di toglierlo da lì, nella sua zolla, senza che se ne accorgessero le radichette e metterlo in un vaso , eppoi in casa...... )
Difficilmente abortiscono, le scelte d’amore........ed è così che oggi potete notare quanto Nino , stia benone !.......
Lunedì pomeriggio andremo a Villa delle Ginestre e mamma, papà ed io ( affidatario ) lo consegneremo a tutti quei bambini e a tutti quei nonni i quali, con tanto affetto e le dovute premure, lo metteranno poi a dimora in quel giardino.......

E’ una piccola cosa se volete, ma è un pò di Castelnovo che non si arrende, che non muore e che racconterà di se ( e di noi ! ) , per molti e molti e molti, decenni ancora...

Autore: Umberto Gianferrari
Categoria: Attualita
Data: 25-05-2016
Ora: 10:00:00


- Indietro alla pagina precedente   -----------   Ricerca la News

 

- Copyright © 2015 "SCRWEB" web hosting www.scrweb.it -