- - - - -

 

Caccia alle Volpi

Ieri mattina , ho incontrato a Villa Ottavi il Comandante della Polizia Provinciale, al quale ho palesato alcune mie perplessità in ordine al Piano di Controllo della Volpe ; è stato un confronto molto interessante e ringrazio il dott. Ferrari per il tempo che mi ha dedicato.

 

 



A mio avviso i Coadiutori della Provincia residenti in Montagna, sono stati ancora una volta discriminati rispetto agli altri.

Per noi infatti , non è possibile l’intervento con sparo da punto fisso ( anche da altana ) e noi, a differenza per esempio dei nostri colleghi di Atc ( Ambito Territoriale di Caccia ) Collina, non possiamo uscire senza portare con noi una “ badante/vigilante “ al seguito ; anche al Comandante , ho fatto presente che non è mia intenzione subire tali discriminazioni liberticide. ( Come se obbligassero i Montanari ad avere un guidatore al fianco, quando in automobile, scendono a Reggio......)

Fino a prova contraria, il Coadiutore residente in Montagna, non può ritenersi meno affidabile ( o più potenzialmente Braccobaldo ! ) del pari grado residente in Collina !

Sono certo che il Delegato Provinciale alla Legalità e Presidente della Unione dei Comuni Montani, ha espresso in quel contesto, voto contrario !

Mentre la Regione quest’anno ha varato un Calendario Venatorio Regionale , sostanzialmente uguale per tutti noi Cacciatori Emiliano Romagnoli, il Consiglio Provinciale, in controtendenza, ha varato nel 2015 un Piano di Controllo della Volpe “ ad personam “ difforme addirittura per gli Ambiti Territoriali di Caccia Reggioemiliani !

Il Presidente Renzi, lo definirebbe al pari del garantismo pentastellato : DUE PESI E DUE MISURE.......

Davvero incomprensibile ! Così come è incomprensibile che gli Atc stessi che dovrebbero essere i CONTROLLATI dal CONTROLLORE Provincia, dettino le modalità operative di un Piano di Controllo che, per definizione NON è ATTIVITA’ VENATORIA !

Il cartello che avevo al collo stamani riportava appunto un estratto della Legge Regionale vigente.

Proprio lì davanti a Villa Ottavi , dove ho sostato ammanettato ( il segnale è preciso : HO LE MANI LEGATE ! ) era affissa una simpatica locandina, il cui slogan ho condiviso e fatto mio...

Autore: Umberto Gianferrari
Categoria: Attualita
Data: 10-05-2016
Ora: 17:30:00


- Indietro alla pagina precedente   -----------   Ricerca la News

 

- Copyright © 2015 "SCRWEB" web hosting www.scrweb.it -