- - - - -

 

Ancora una volta, si piangono martiri innocenti

Pare non esserci fine a questo tragico, crudele, funesto e orribile stillicidio di vittime cristiane per mano di sedicenti seguaci del profeta Maometto. Ancora e per l’ennesima volta, purtroppo non l’ultima, la cristianità deve piangere dei martiri innocenti, brutalmente assassinati da islamici che da una moschea nei pressi di un campus universitario in Kenya

 
Pare non esserci fine a questo tragico, crudele, funesto e orribile stillicidio di vittime cristiane per mano di sedicenti seguaci del profeta Maometto. Ancora e per l’ennesima volta, purtroppo non l’ultima, la cristianità deve piangere dei martiri innocenti, brutalmente assassinati da islamici che da una moschea nei pressi di un campus universitario in Kenya, sono penetrati nei dormitori degli studenti, hanno fatto uscire quelli che si sono dichiarati islamici ed hanno barbaramente, brutalmente massacrato 147 studenti cristiani. Non è purtroppo da considerarsi un episodio isolato; in Africa, Asia e nel Vicino e Medio Oriente oramai accoppare i cristiani è un fatto tragicamente e assurdamente normale. Ma tra non molto quando grazie a questa inammissibile, assurda, inconcepibile immigrazione incontrollata, la componente etnica europea sarà stata irrimediabilmente alterata, anche in Europa comincerà, stiamone certi, inizierà la mattanza. Questa non è una fosca previsione per un incerto futuro, o peggio non si sta facendo dell’insensato terrorismo psicologico; tutto ciò sta accadendo oggi, sotto i nostri occhi, financo appena fuori dall’Europa dove l’Islam ha scatenato una feroce guerra contro la cristianità e prende di mira gli inermi ed i miti. La cosa incredibile e sconfortante è che nel territorio fin da ora più di frontiera con questa situazione, cioè l’Italia, a nessuno pare importare un fico secco e quel che è peggio che mentre ci affanniamo a togliere il maiale dalle mense scolastiche, a proibire Pasqua e Natale, a togliere quel simbolo di fratellanza e sacrificio che è il Santo Crocifisso, ad inibire le benedizioni pasquali, non si sente nessuna voce “autorevole” invocare la protezione del mondo libero nei confronti dei cristiani, ovunque essi siano. L’Islam, una ideologia repressiva e violenta, che ne blaterino le anime belle, accusa l’Occidente di non avere valori. Quali ? quelli che ispirano la sharia, cioè la legge sacra coranica che disciplina la vita pubblica e privata di tutti i fedeli dell’Islam e che contempla, ad esempio l’amputazione delle mani per i ladri, la lapidazione delle donne, le pene corporali, o le cristiane virtù come fratellanza, tolleranza, umanità, rispetto dei diritti, eguaglianza tra uomo e donna. Noi abbiamo questi valori, quale stato musulmano ne ha di simili ? Proteggiamo non solo la nostra fede ma anche e soprattutto la nostra civiltà impedendo una islamizzazione di una società tristemente laica. La preghiera dell’Alpino recita: “….Dio onnipotente, che governi tutti gli elementi, salva noi, armati come siamo di fede e di amore. …………. rendi forti le nostre armi contro chiunque minacci la nostra Patria, la nostra Bandiera, la nostra millenaria civiltà cristiana..”. Così dovrebbe essere…

Autore: Paolo Comastri
Categoria: Attualita
Data: 10-04-2015
Ora: 10:30:00


- Indietro alla pagina precedente   -----------   Ricerca la News

 

- Copyright © 2015 "SCRWEB" web hosting www.scrweb.it -